Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Gambia

 

Gambia

La Repubblica del Gambia è la più piccola nazione dell'Africa, con una superficie di 11.300 Kmq e una popolazione di 2 milioni di abitanti, uno "Stato fluviale-enclavé” incastonato dentro il territorio del Senegal, ad eccezione dello sbocco sul mare, dove sorge la capitale Banjul.

Il Gambia è uno dei Paesi più poveri al mondo; il report UNPD 2016 lo pone tra i Paesi a basso sviluppo umano, in 173° posizione su 188 Paesi censiti.

Il PIL del Paese è composto per il 67,7% dal settore dei servizi (prevalentemente turismo). Il 75% della forza lavoro gambiana è impiegata nel settore primario. Lo sviluppo delle attività economiche locali è penalizzato dalla limitatezza del mercato interno e da una serie di fattori (carenze infrastrutturali, indisponibilità di materie prime, diffusa corruzione) che incidono negativamente sul clima degli affari.

L’instabilità politica e il rapporto controverso con i paesi donatori ha fino ad oggi influito sull’isolamento economico del Gambia, rendendo sfavorevole il clima per eventuali investimenti esteri.

Nel 2017 la cattiva stagione dei raccolti ed i disordini politici, registrati a inizio anno in coincidenza con l’alta stagione turistica (il turismo contribuisce al 20% del PIL), hanno avuto un impatto negativo sul Paese determinando una perdita del 3% del PIL..

A seguito della fine a inizio 2017 del regime del dittatore Yayah Jammeh e dell’elezione del nuovo Presidente Adama Barrow il clima tanto politico quanto sociale nel Paese è migliorato. Al momento la ripresa è guidata dal rilancio del turismo, del commercio e dall'accresciuto interesse degli investitori diretti esteri, in particolare nei settori dell'energia.

La collaborazione economica con l’Italia è scarsa per la situazione di incertezza che il Gambia offre agli investitori.

Benché il Gambia non sia riconosciuto quale paese prioritario per la Cooperazione allo Sviluppo italiana,dal 1985 al 2006 l’Italia ha fornito aiuti al paese per un totale di 26 milioni di euro.

Nell’ottobre 2017 è stata approvata dall’On. Min. Alfano un'iniziativa di emergenza regionale in Africa Occidentale (Senegal, Mali, Guinea Conakry, Guinea Bissau e Gambia) avente l’obiettivo di contribuire ad attenuare la pressione migratoria attraverso azioni di sviluppo locale e creazione di impiego, resilienza e protezione delle categorie più vulnerabili.

Attualmente il Gambia è tra i destinatari del Programma di formazione per l’Adattamento ai Cambiamenti Climatici e la Riduzione dei Rischi da Catastrofe in agricoltura, da realizzarsi a cura dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) e del CNR e del “Master di I Livello in formazione di tecnici specializzati nella gestione delle risorse idriche, dei suoli e della conservazione delle derrate alimentari”, a cura dell’Università degli Studi di Palermo.

Per l’interscambio commerciale con l’Italia consultate il link:

https://ambdakar.esteri.it/ambasciata_dakar/it/i-rapporti-bilaterali/cooperazione-economica

Aggiornato al 24.07.2018


108