Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

INFORMAZIONI PER I RICHIEDENTI VISTO PER L’ITALIA

Conformemente alle linee direttrici approvate ieri sera dal Consiglio Europeo relative all’introduzione di misure restrittive per i viaggi non essenziali dei cittadini di paesi terzi nello spazio Schengen, come risposta dell’Europa alla pandemia COVID-19, l’Ambasciata d’Italia annuncia quanto segue:

A partire da oggi e per 30 giorni, non sarà più permesso l’ingresso nelle frontiere esterne dello spazio Schengen dell’UE ai viaggiatori in provenienza dai Paesi Terzi. Le restrizioni non si applicano ai cittadini degli Stati Membri dell’UE e degli stati associati a Schengen, alle loro famiglie e ai cittadini dei Paesi Terzi che sono titolari di un titolo di residenza di lunga durata o visto nazionale di lunga durata.

Le linee direttrici prevedono ugualmente le seguenti eccezioni, che sono autorizzate all’ingresso in territorio UE:

-gli operatori e i ricercatori sanitari ed i professionisti dell’assistenza agli

anziani;

– i lavoratori frontalieri;

– il personale addetto ai trasporti;

– i diplomatici, il personale di Organizzazioni Internazionali, il personale

militare e operatori umanitari nell’esercizio delle loro funzioni;

– i passeggeri in transito;

– i passeggeri che viaggiano per motivi familiari imperativi;

– le persone bisognose di protezione internazionale.

A partire da oggi, gli appuntamenti per il deposito della domanda di visto saranno fissati come indicato sopra.

Tutti i richiedenti, il cui dossier sarà accettato, devono essere informati del fatto che la validità del loro visto decorrerà dal 18 aprile 2020.