Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

AVVISO A TUTTI I CONNAZIONALI PRESENTI NELLA CIRCOSCRIZIONE CONSOLARE DELL’AMBASCIATA D’ITALIA IN DAKAR

Ai sensi del DPCM 09/03/2020, sono da evitare tutti i viaggi e gli spostamenti per
turismo all’estero come sul territorio nazionale.

La dichiarazione dell’OMS con cui si classifica COVID-19 come “pandemia” sta comportando l’adozione di misure restrittive

(sospensione del traffico aereo, divieto di ingresso, respingimento in
frontiera, quarantena obbligatoria, accertamenti sanitari) da parte di
tutti i Paesi del mondo, con scarso o nessun preavviso.

SENEGAL: lo stato di emergenza è revocato dal 1 luglio; le frontiere terresti e marittime
restano chiuse, mentre è stata annunciata una progressiva riapertura dei voli dal 15 luglio, con l’adozione di specifici protocolli
sanitari e la limitazione di accesso nel paese per alcune categorie di passeggeri.

MALI: proclamato lo stato di emergenza; frontiere aeree riaperte dal 25 luglio e quelle terrestri dal
31 luglio, con specifici protocolli per i viaggiatori.

CAPO VERDE: Frontiere aeree chiuse. Possibilità di muoversi tra le isole solo via mare, con
collegamenti sporadici e che potrebbero non coprire tutte le isole, da verificare direttamente e costantemente con i porti
di riferimento.

GAMBIA: Reintrodotto lo stato di emergenza dal 5 agosto. Frontiere chiuse

GUINEA BISSAU: proclamato lo stato di emergenza fino al 25 agosto. Frontiere formalmente riaperte.

Aggiornamento: 06/08/2020

INFORMAZIONI

I cittadini italiani, temporaneamente all’estero, che volessero segnalare la propria presenza
ai fini del rimpatrio all’Ambasciata,

sono invitati a scrivere alla mail: ambasciata.dakar@esteri.it (Senegal); dakar.infomali@esteri.it (Mali)
e consolato.ambdakar@esteri.it (Capo Verde, Gambia e Guinea Bissau).

In ragione del rapido evolversi della situazione, si invita l’utenza a tenersi costantemente
aggiornata tramite il sito ufficiale dell’Ambasciata e la pagina facebook ( https://web.facebook.com/ambasciataditaliadakar ).

Si invitano i connazionali interessati a fare rientro in Italia a prendere attenta visione delle
disposizioni attualmente in vigore sul territorio italiano, in particolare per chi rientra dall’estero:

https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html

STATO DELLA SITUAZIONE IN SENEGAL

Lo stato di emergenza è revocato dal 1 luglio; le frontiere terresti e
marittime restano chiuse, mentre è stata annunciata una progressiva
riapertura dei voli dal 15 luglio, con l’adozione di specifici
protocolli sanitari e la limitazione di accesso nel paese per alcune
categorie di passeggeri.

Al momento, le compagnie aeree con destinazione il Senegal potranno imbarcare solo alcune categorie di passeggeri in arrivo dall’Italia (residenti e altri), come stabilito dalla circolare del Ministero del turismo senegalese n. 03/2020 (vedi circolare). In particolare, per i residenti è richiesta la carta di soggiorno senegalese, mentre per le altre categorie ammesse è necessaria una autorizzazione rilasciata dall’Ambasciata del Senegal a Roma o dal Consolato generale a Milano.

In particolare, per poter arrivare nel paese è richiesto un test negativo COVID19 effettuato non prima di sette giorni dalla data di partenza, come stabilito con circolare di queste autorità (vedi circolare n. 02/2020). I passeggeri in arrivo in Senegal dovranno inoltre compilare una dichiarazione disponibile su questo sito: www.dakaraeroport.com.

I viaggiatori che intendono effettuare test COVID19 possono fare riferimento ai seguenti centri presenti a Dakar (vedi circolare del Ministero della salute senegalese).

Resta comunque l’obbligo dell’uso della mascherina nei seguenti luoghi:

– I servizi dell’amministrazione pubblica

– I servizi del settore provato

– I luoghi di commercio

– I mezzi di trasporto

Si consiglia di consultare il sito del Ministero della salute senegalese e/o i social del Ministero: http://www.sante.gouv.sn/Actualites

https://www.facebook.com/santegouvsenegal/ per rimanere aggiornati sull’evolversi della situazione.

In caso di bisogno d’informazioni e soprattutto per chi dovesse aver bisogno di cure
mediche, si consiglia di contattare i seguenti numeri messi a disposizione dalle autorità senegalese:

78 172 10 81

70 717 14 92

76 765 97 31

Numero verde : 800 00 50 50

Samu : 15 15

Per raccomandazioni relative alla prevenzione del virus si consiglia di visitare il sito del Ministero della Salute italiano.

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioOpuscoliNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=443

aggiornamento: 25.07.2020

STATO DELLA SITUAZIONE A CAPO VERDE

A partire da mercoledì 18 marzo, le Autorità capoverdiane hanno sospeso tutti i voli. Per il mese
di agosto sono stati autorizzati dei voli essenziali da e per Lisbona con TAP. Per poter viaggiare serve un test COVID19
negativo, realizzato nelle 72 ore prima del viaggio. Nella tratta Lisbona –Capo Verde i voli sono aperti ai cittadini di Capo Verde o agli
stranieri residenti con necessità impellenti di viaggiare ( per motivi di salute, familiari, affari, rimpatrio).

Tutti gli altri passeggeri devono fare la richiesta di visto tramite EASE https://www.ease.gov.cv/

I trasporti aerei interni sono ripresi dal 15 luglio. I collegamenti marittimi sono sporadici e
potrebbero non coprire tutte le isole, da verificare direttamente e costantemente con i porti di riferimento.

Lo stato di emergenza si è concluso su tutte le isole.

Le Autorità capoverdiane hanno attivato un numero di emergenza dedicato al COVID

19 800 11 12

Per conoscere le iniziative delle Autorità locali, si prega di controllare il sito del Min.Salute capoverdiano https://www.minsaude.gov.cv/

Aggiornamento: 03.08.2020

STATO DELLA SITUAZIONE IN MALI

Le autorità del Mali hanno annunciato la riapertura delle frontiere aeree dal 25 luglio e di quelle terrestri dal 31 luglio.

I viaggiatori in partenza, arrivo o in transito in Mali devono compilare un formulario reperibile sui seguenti siti: www.sante.gov.ml o
www.anac-mali.org.I viaggiatori devono altresì presentare un certificato di test COVID19
negativo, effettuato non prima di tre giorni dalla partenza. Si raccomanda di verificare
lo stato del proprio volo con la compagnia aerea di riferimento.
Continua ad essere obbligatorio l’uso di mascherine.

Per rimanere aggiornati sulla situazione si consiglia di consultare il sito del Ministero della salute maliano:

http://www.sante.gov.ml/

In caso di bisogno d’informazioni e soprattutto per chi dovesse aver bisogno di cure mediche, si consiglia di contattare il

seguente numero verde messo a disposizione dalle autorità maliane: 36061

Aggiornamento: 25.07.2020

STATO DELLA SITUAZIONE IN GAMBIA

Tutti i voli sono stati sospesi e dalla mezzanotte del 23 marzo 2020 è stata chiusa la frontiera con il Senegal.

Lo stato di emergenza è stato reintrodotto a decorrere dal 5 agosto per 21 giorni e dal 6 è in vigore il coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00. Resta l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi pubblici e sono state introdotte alcune limitazioni per
l’apertura dei luoghi di culto, bar, ristoranti, ecc.

Il Ministero della Salute gambiano ha attivato i seguenti numeri verdi da chiamare per informazione e in caso di sospetto

contagio: 1025, 9001025, 6221025,3441025, 3411025, 7541025, 2101025

Una Commissione Nazionale per l’Emergenza Sanitaria, di cui è parte anche l’OMS, è stata attivata sin da inizio febbraio. La

struttura sanitaria di riferimento, in caso di conferma di contagio, è il Medical Research Council (Unit of The Gambia).

Aggiornamento: 06/08/2020

STATO DELLA SITUAZIONE IN GUINEA BISSAU

Il 28 marzo è stato dichiarato lo stato di emergenza, prolungato e in vigore fino al 25 agosto.

Le frontiere aeree sono state formalmente riaperte.

I numeri di emergenza nazionali dedicati al COVID-19 sono 2020 (per chi chiama con linea
Orange) e 1919 (per chi chiama con linea MTN).

Aggiornamento 27.07.2020